Il contesto europeo

Schede primarie

o Registrati per commentare ed esprimere il tuo giudizio.

Il 2 dicembre 2015 la Commissione Europea ha presentato un pacchetto europeo sull’economia circolare in cui analizza l'interdipendenza di tutti i processi della catena del valore: dall’estrazione delle materie prime alla progettazione dei prodotti, dalla produzione alla distribuzione, dal consumo al riuso e al riciclo dei materiali.

Tale pacchetto è composto da:

  • un piano di azione che individua le misure chiave e le aree specifiche di intervento;
  • quattro proposte di revisione e modifica delle principali direttive per la gestione dei rifiuti che comprendono anch’esse misure volte a stimolare una maggiore circolarità dei “rifiuti che possono tornare ad essere risorse”.

In particolare, il piano d’azione integra le proposte relative alla legislazione sui rifiuti stabilendo misure che impattano su tutte le fasi del ciclo di vita dei prodotti. Il piano d'azione include anche azioni specifiche per alcuni settori o flussi di materiali, come la plastica, i rifiuti alimentari, le materie prime critiche, la costruzione e la demolizione, la biomassa e i bioprodotti nonché misure orizzontali in settori come l'innovazione e gli investimenti.

Tra le misure previste dal Piano, particolare importanza assumono quelle che incideranno sulla progettazione dei prodotti finalizzata alla loro riparabilità, durabilità e riciclabilità. Inoltre è intenzione della Commissione, nella revisione di tutta la normativa di settore prestare particolare attenzione alla coerenza delle varie misure, con particolare riferimento all’interfaccia prodotti- rifiuti e contenuto di sostanze chimiche.